Barolo Docg Lazzarito Riserva.jpg

BAROLO DOCG RISERVA LAZZARITO

Tipologia:  Barolo D.O.C.G.

Varietà:  Nebbiolo

Altitudine:  circa 320/360 m.s.l.m.

Esposizione:  Sud - Sud Ovest

Età media dei vigneti:  90 anni

Terreno:  Calcareo, marnoso con percentuali di sabbia e ferro  

Periodo di vendemmia:  Metà Ottobre

Vinificazione

La raccolta manuale dell’uva avviene in cassette a maturazione avanzata, ma non in surmaturazione. In cantina l’uva viene diraspata e pigiata in serbatoi di acciaio verticali, in cui avviene la fermentazione alcolica con macerazione sulle bucce per circa 50 / 60 giorni, durante i quali si effettuano diversi rimontaggi giornalieri, per favorire l’estrazione di colore e tannino. Dopo la svinatura e la fermentazione malo-lattica, il vino viene introdotto in botti di rovere da 2.000 l per un periodo di affinamento di 36 mesi circa. Al termine di tale periodo, il vino viene imbottigliato e affinato in cantina prima di essere commercializzato.

Degustazione

Da una vigna molto vecchia, ma ancora in ottime condizioni di salute e di vigore, otteniamo questo vino molto elegante e di grande potenza, che accomuna la struttura di una zona altamente vocata e la finezza estrema del Nebbiolo. I profumi di piccoli frutti rossi, si fondono con sentori di spezia dolce e liquirizia. In bocca l’ingresso è molto fine ed elegante, ma con una buona persistenza tannica dolce e lunga. Ottimi gli abbinamenti a diversi tipi di carni rosse e formaggi, oltre a essere molto accattivante per la conversazione a fine pasto.

  L'APPROFONDIMENTO 

  a cura di Sergio Germano   

IL VIGNETO

Lazzarito02.jpg

M.G.A.: Lazzarito

Superficie: 0.8 ettari circa

Terreno: calcareo e marnoso con piccole percentuali di sabbia

Anno di impianto: 1931 

Ceppi per Ettaro: 6.000

Altitudine: 320 - 360 m s.l.m. 

Esposizione: Sud / Sud-Ovest  

Periodo di vendemmia: Ottobre